meditazione sul battesimo e la tentazione di Gesù

Tempo di conversione: meditazione sul battesimo e la tentazione di Gesù

Nella settimana di esercizi spirituali del Papa e della Curia Romana,   in collaborazione con Telepace un ciclo di meditazioni preparate per l'occasione dall'arcivescovo Giacomo Morandi, segretario della Congregazione per la Dottrina della Fede, dal titolo “Redenti dal peccato, annunciatori del Vangelo”

Alessandro Di Bussolo – Città del Vaticano

Gesù è tentato da Satana nel deserto, ma “gli angeli lo servivano”. Quello che Marco scrive all’inizio del suo Vangelo conferma che “l’uomo, nella misura in cui si affida al Signore, sperimenta una provvidenza”. Dio “non fa mancare il suo aiuto, la sua presenza” e questi sono gli effetti della “relazione di amicizia” con Lui. La vita cristiana è questo: “diventare progressivamente, in sinergia, in collaborazione con lo Spirito Santo, figli di Dio”, grazie al Battesimo.

Redenti dal peccato, annunciatori del Vangelo

Sono alcuni dei passi principali della prima delle meditazioni, sul tema “Tempo di conversione”, preparate da monsignor Giacomo Morandi, segretario della Congregazione per la Dottrina della Fede, che proponiamo in collaborazione con Telepace durante la settimana di esercizi spirituali della Quaresima - vissuti come noto in modalità individuale dal Papa e dalla Curia Romana a causa della pandemia. Si tratta di piccole lectio divine, di 15 minuti, che partono da brevi brani del Vangelo di Marco e compongono un ciclo di riflessioni dal titolo “Redenti dal peccato, annunciatori del Vangelo”, le cui riprese video sono state realizzate nella Cappella del Centro Aletti a Roma.

Video completo

I commenti sono chiusi