Conversazione con Papa Francesco su vizi e virtù

Conversazione con Papa Francesco su vizi e virtù

Dialogo tra il Pontefice e don Marco Pozza, cappellano del carcere di Padova, autore di altre tre serie dedicate al Padre Nostro, l’Ave Maria e il Credo
da VATICAN NEWS

NOVE, il canale generalista di Discovery, presenta Papa Francesco in un viaggio alla scoperta di vizi e virtù, luci ed ombre dell’esistenza umana. La serie “Vizi e virtù - Conversazione con Papa Francesco” - si legge nel comunicato che annuncia l’iniziativa - è un’inedita riflessione del Santo Padre con don Marco Pozza, cappellano del carcere “Due Palazzi” di Padova, su temi fondanti della dottrina cattolica che riguardano il senso dell’esistenza di ciascuno di noi.

La serie verrà proposta prossimamente sul Nove in 3 prime serate e si snoda attraverso 7 episodi dedicati al confronto tra vizi e virtù, come li ha interpretati e affrescati il genio creativo di Giotto nella Cappella degli Scrovegni di Padova. È proprio il delicato rapporto che intercorre tra i 7 vizi (Ira, Disperazione, Incostanza, Gelosia, Infedeltà, Ingiustizia, Stoltezza) e

le 7 virtù (Prudenza, Giustizia, Fortezza, Temperanza, Fede, Speranza e Carità) il motivo conduttore del dialogo tra Papa Francesco e il sacerdote.

“Siamo caduti nella cultura dell’aggettivo, ci siamo dimenticati dei sostantivi” - afferma il

Papa - “Non ci dimentichiamo che sei una persona, tu sei un uomo, sei una donna. È più importante essere uomo o donna che non avere questi vizi e virtù. Dio non ama l’aggettivazione della persona, ama la persona, come è”. Il confronto tra il Santo Padre e don Pozza è il punto di partenza di ogni puntata, che lascia poi spazio a storie di persone dall’esistenza in bilico tra vizi e virtù. Un vero e proprio percorso di riflessione, all’interno del quale ogni spettatore riscoprirà qualcosa che lo riguarda da vicino. Il lavoro, condiviso con Papa Francesco, è realizzato da Officina della Comunicazione per Discovery Italia e vede una forte impronta autorale di don Marco Pozza che conduce la conversazione e “viaggia” nel mondo alla ricerca di storie.

Commenta il sacerdote autore della serie: “Questo progetto è la naturale prosecuzione di un percorso editoriale iniziato nel 2017 assieme a Papa Francesco. Dopo ‘Padre Nostro’, ‘Ave Maria’ e ‘Io Credo’, con ‘Vizi e Virtù’ abbiamo scelto di alzare l’asticella, andando a perlustrare una platea di telespettatori forse poco avvezzi a queste tematiche. Ringrazio Officina della Comunicazione e NOVE per questa splendida avventura: non è l’umanità che sta dentro la Chiesa ma è la Chiesa ad abitare dentro l’umanità. Ragione per cui le domande del mondo e l’umanità che si racconta, nel suo inevitabile intreccio di vizi e virtù, è la scintilla che abita questo nostro racconto. Un lavoro immaginato, pensato e cresciuto con Papa Francesco, del quale vorrebbe essere compagno e compagnia”.

Per Officina della Comunicazione si tratta di un “progetto che costituisce una nuova occasione di collaborazione con il canale NOVE del gruppo Discovery. Dopo la serie “I grandi Papi” e dopo il documentario “Tutto il mondo fuori”, nel quale è nata la collaborazione con don Pozza, abbiamo affrontato questa nuova avventura produttiva che ci auguriamo possa rivolgersi ad un pubblico ampio ed eterogeneo”.

I commenti sono chiusi