In preparazione giornata mondiale della gioventù

 I GIOVANI DELL’AZIONE CATTOLICA SI PREPARANO ASPETTANDO LA GIORNATA MONDIALE DELLA GIOVENTÙ CHE SI TERRÀ A MADRID DAL 16 AL 21 AGOSTO 2011 (di Marcello Caliman - diacono)

 Manca poco più di un anno alla Giornata Mondiale della Gioventù che si terrà a Madrid dal 16 al 21 agosto 2011.
L’esponente Simona Gionta ci spiega che l’Azione Cattolica nazionale inizia a “scaldare” il cuore e la mente proponendo un itinerario spirituale dove al centro pone la preghiera e l'accompagnamento dei santi.
Per questo, dalla Pentecoste 2010 fino a luglio 2011, i giovani dell’Azione Cattolica condivideranno insieme ai giovani di Ac degli altri paesi del mondo un verso della preghiera in preparazione alla GMG, una meditazione biblica su uno dei Vangeli liturgici festivi del periodo (composta da un'introduzione di taglio antropologico e una breve riflessione sulla parola di Dio), e la testimonianza di un giovane di Azione Cattolica sulla via della santità (una breve biografia, le sue parole, e le parole che il Santo Padre gli ha dedicato). Un suggerimento che può essere utilizzato per la preghiera e la meditazione personale o di gruppo, con gli amici dell'Ac in parrocchia e in diocesi, anche con le altre aggregazioni giovanili.
La prima meditazione sarà accompagnata dalla figura luminosa di Pier Giorgio Frassati, patrono della GMG di Sydney, che accompagna idealmente nel percorso delle due Giornate Mondiali, di cui il 20 maggio 2010 ricorrono i 20 anni dalla beatificazione.
È possibile addirittura individuare delle diocesi spagnole dove c’è l’Azione cattolica per poter organizzare i gemellaggi diocesani e il percorso verso la giornata mondiale.
“Durante l’estate – spiega don Nicolò Anselmi, Responsabile del Servizio nazionale per la pastorale giovanile della Cei – si stanno già realizzando alcuni incontri di amicizia in preparazione alle giornate nelle diocesi previste dall’11 al 15 agosto 2011. I gruppi italiani che desiderano iscriversi sono invitati a compilare la scheda presente sul sito. Sarà una tappa in più verso il cammino di avvicinamento all’incontro dei giovani di tutto il mondo con Benedetto XVI”.
Per quanti si iscrivono entro il 21 marzo, fanno sapere dal Servizio nazionale per la pastorale giovanile della Cei, ci sarà la possibilità di avere uno sconto del 5 per cento. È opportuno dare a questo punto qualche informazione sulla quota di partecipazione che prevede tre voci: il contributo di solidarietà pari a 10,00 € a favore dei giovani provenienti dai Paesi poveri, che verrà poi versato al Pontificio Consiglio per i Laici; il contributo di 15,00 € per la partecipazione italiana che contiene: una quota di solidarietà per le diocesi, le parrocchie, i gruppi che, per ristrettezze economiche evidenti, ne faranno richiesta; una quota destinata alla diocesi africana di Emdeber  presso la quale è stato avviato un progetto pastorale durante il triennio dell’Agorà; una quota destinata alle famiglie italiane in difficoltà, ai giovani disoccupati, legata, ad esempio, al “Prestito della Speranza”; una quota per le spese organizzative; una quota per il materiale contenuto nella borsa del pellegrino italiano; il cappello italiano, Santo Rosario missionario (una parte sarà destinata ai bambini delle terre di missione), un taglio di stoffa 1,50 m per 1,20 (con il quale i giovani potranno confezionare ciò che vogliono: camicie, bermuda, zaini, foulard, pigiami, ponchi, bandana…), un vademecum con notizie, preghiere, canti liturgici e profani “italiani”, il telo da mettere per terra per la notte all’addiaccio, una borsa, la bandiera italiana.
Il contributo di partecipazione per il Comitato spagnolo, secondo le quote già pubblicate dal Comitato spagnolo.
Informazioni più precise nei prossimi numeri del settimanale diocesano Il Dialogo. Intanto i giovani dell’Azione Cattolica diocesana mettono tutto il loro itinerario di preparazione a Madrid sotto la protezione dei santi patroni della GMG: San Isidro Labrador, Santa Maria de la Cabeza, San Giovanni della Croce, San Juan de Avila, Santa Teresa d'Avila, Santa Rosa da Lima, Sant'Ignazio di Loyola, San Rafael Arnaiz e San Francesco Saverio.
Il Capo Ufficio Stampa
Marcello Caliman - diacono

 

I commenti sono chiusi